MELISSUS BETWEEN MILETUS AND ELEA

img

MELISSUS BETWEEN MILETUS AND ELEA

Jaap Mansfeld

Melisso di Samo ha influenzato a lungo la ricezione delle opere di Parmenide di Elea nell'antichità. Questo nonostante (o forse a causa) di ciò che nei suoi ragionamenti appare come una perdita della ricchezza semantica e dell'aura di mistero che caratterizzano il discorso di Parmenide. Nelle 'Lezioni Eleatiche' qui presentate, Jaap Mansfeld esamina con acume e osservazioni originali l'opera di 'disambiguazione' del parmenidismo svolta dal filosofo di Samo, offrendo anche una storia istruttiva sulla presenza di Melisso nella tradizione antica. Contribuisce così a una più profonda comprensione di questa peculiare forma di 'eleatismo senza lacrime'. Il libro è arricchito da una bibliografia ragionata su Melisso, che copre gli ultimi cinquant'anni di studi, e soprattutto da un articolato dibattito sulle Lezioni, che ha coinvolto nove studiosi. Questo studio completo su Melisso di Samo, incentrato sulle 'Lezioni Eleatiche' del 2012 di Jaap Mansfeld (Università di Utrecht), è il primo in più di quarant'anni. Mansfeld sostiene che Melisso ci presenta una revisione efficace e comprensibile degli argomenti ontologici di Parmenide o, come dice lui, una 'Parmenides nouvelle cuisine' che è inferiore alla versione del maestro in termini di ricchezza semantica, problematizzazione produttiva e fascino, dunque più laica: senza apparati mistagogici, senza un vocabolario ricco per trattare l'essere, ma piuttosto un tentativo di chiarire la dottrina di Parmenide. Le lezioni di Mansfeld includono una panoramica delle prove fornite dagli autori antichi. Sottolinea anche che i frammenti di Melisso sono tra i primi veri esempi di prosa greca che abbiamo, e che quindi meritano di essere studiati di per sé. Oltre alle sue 'Lezioni Eleatiche' questo volume include un'ampia introduzione (a cura dell'editore del libro, Massimo Pulpito) che offre una panoramica dettagliata della letteratura accademica su Melisso, e un seguito in cui nove specialisti - G. Calenda, P. Curd, S. Daniele, S. Di Girolamo, F. Marcacci, J. Palmer, M. Pulpito, C. Robbiano e L. Rossetti - discutono le Lezioni, mentre Mansfeld risponde a ciascuno di loro. Jaap Mansfeld è professore emerito di Filosofia Antica e Medievale presso l'Università di Utrecht. È membro della Koninklijke Hollandsche Maatschappij der Wetenschappen, della Royal Dutch Academy e dell'Academia Europaea. Le sue precedenti pubblicazioni non includevano Melisso. Insieme a David T. Runia sta scrivendo un'edizione con commento del doxografo Aezio.

  • Vai al sito:

Melisso di Samo ha influenzato a lungo la ricezione delle opere di Parmenide di Elea nell'antichità. Questo nonostante (o forse a causa) di ciò che nei suoi ragionamenti appare come una perdita della ricchezza semantica e dell'aura di mistero che caratterizzano il discorso di Parmenide. Nelle 'Lezioni Eleatiche' qui presentate, Jaap Mansfeld esamina con acume e osservazioni originali l'opera di 'disambiguazione' del parmenidismo svolta dal filosofo di Samo, offrendo anche una storia istruttiva sulla presenza di Melisso nella tradizione antica. Contribuisce così a una più profonda comprensione di questa peculiare forma di 'eleatismo senza lacrime'. Il libro è arricchito da una bibliografia ragionata su Melisso, che copre gli ultimi cinquant'anni di studi, e soprattutto da un articolato dibattito sulle Lezioni, che ha coinvolto nove studiosi. Questo studio completo su Melisso di Samo, incentrato sulle 'Lezioni Eleatiche' del 2012 di Jaap Mansfeld (Università di Utrecht), è il primo in più di quarant'anni. Mansfeld sostiene che Melisso ci presenta una revisione efficace e comprensibile degli argomenti ontologici di Parmenide o, come dice lui, una 'Parmenides nouvelle cuisine' che è inferiore alla versione del maestro in termini di ricchezza semantica, problematizzazione produttiva e fascino, dunque più laica: senza apparati mistagogici, senza un vocabolario ricco per trattare l'essere, ma piuttosto un tentativo di chiarire la dottrina di Parmenide. Le lezioni di Mansfeld includono una panoramica delle prove fornite dagli autori antichi. Sottolinea anche che i frammenti di Melisso sono tra i primi veri esempi di prosa greca che abbiamo, e che quindi meritano di essere studiati di per sé. Oltre alle sue 'Lezioni Eleatiche' questo volume include un'ampia introduzione (a cura dell'editore del libro, Massimo Pulpito) che offre una panoramica dettagliata della letteratura accademica su Melisso, e un seguito in cui nove specialisti - G. Calenda, P. Curd, S. Daniele, S. Di Girolamo, F. Marcacci, J. Palmer, M. Pulpito, C. Robbiano e L. Rossetti - discutono le Lezioni, mentre Mansfeld risponde a ciascuno di loro. Jaap Mansfeld è professore emerito di Filosofia Antica e Medievale presso l'Università di Utrecht. È membro della Koninklijke Hollandsche Maatschappij der Wetenschappen, della Royal Dutch Academy e dell'Academia Europaea. Le sue precedenti pubblicazioni non includevano Melisso. Insieme a David T. Runia sta scrivendo un'edizione con commento del doxografo Aezio.

Autore: Jaap Mansfeld

Casa Editrice: Academia Verlag

Codice ISBN: 9783896656957

Anno Pubblicazione: 2016

ALTRI LIBRI

Eleatica

Un viaggio ultraventennale attraverso il pensiero e la scoperta